ISCRIVITI QUI

martedì 9 ottobre 2012

COME SCEGLIERE L'OMBRETTO parte 1


TEXTURE


COS'E' UNA TEXTURE ? ?


Con questo termine si fa riferimento alla consistenza e alla compattezza del prodotto soprattutto in relazione al risultato finale.
E’ possibile trovare 8 tipi di texture (o finish in inglese) che ci anticipano quale sarà la resa dell’ombretto e l’effetto finale in base ad alcune informazioni di base.
1. LUSTRE: vuol dire lucido e si riferisce a un tipo di ombretto perlato e brillantinato che da un effetto satinato. Bisogna considerare però, che spesso ombretti di questo tipo lasciano depositati sulla cute dell'occhio solo un leggero luccichio senza colorare a fondo la palpebra.
2. FROST: che tradotto vuol dire ghiacciato, si riferisce a una texure che conferisce allo sgurdo un effetto iridescente e metallico. Proprio per questa ragione si adattano di più alle pelli giovani visto che l’effetto metterebbe inevitabilmente in evidenza le rughe.

3. MATTE: termine usato anche nel caso di ciprie, rossetti e fondi, indica un risultato opaco, senza alcun effetto metallico o brillantinoso. In questo caso la resa del colore è molto più alta. 

4. SATIN: per chi non intende rinunciare all’effetto brillantinato ma desidera ugualmente calibrarlo, e ottenere un risultato luminoso ma senza troppi brillantini.

5. VELUX: a base di pigmenti ultrasottili, brillanti e setosi che conferiscono un colore intenso con qualche riflesso cangiante.

6. VELVET: vuol dire vellutato, in riferimento ad una consistenza morbida, intensa e pastosa. Talvolta forse troppo e perciò difficile da applicare senza il pennello adeguato.

Nessun commento:

Posta un commento